Solidarietà alla popolazione e ai Circoli distrutti dall’alluvione

Pubblicato da Arci Bassa Val di Cecina il

Negli ultimi giorni abbiamo assistito ad un nubifragio di dimensioni straordinarie che ha colpito diversi comuni delle Marche nelle provincie di Senigallia e dell’alto pesarese (Cantiano) dove diversi corsi d’acqua sono straripati a causa della precipitazione – in sole poche ore – della quantità di pioggia che normalmente cade in un intero inverno.11 vittime accertate, persone scomparse, centinaia di sfollati e un territorio in ginocchio. Una tragedia annunciata, visti i ritardi nella realizzazione di opere pubbliche da troppo tempo attese, e che ribadisce ancora una volta la priorità dell’emergenza climatica che richiede interventi urgenti e non più rinviabili. Anche per questo, il 23 settembre prossimo, scenderemo in piazza con i giovani di Fridays for Future nello sciopero per il clima. Vi invitiamo a raccogliere donazioni in denaro per costituire un fondo di primo intervento e fare fronte alle prime necessità. Siamo in contatto costante con i Comitati interessati per capire come essere utili alla popolazione e supportare i circoli Arci del territorio, tre dei quali sono stati sommersi da acqua e fango e hanno bisogno di un aiuto per ripartire. I volontari e i dirigenti di Arci Senigallia stanno attivamente ripulendo i circoli del fango e al contempo organizzando forme di mutuo soccorso di base per gli abitanti delle zone colpite che di fatto non hanno più niente. Vi invitiamo a farvi parte attiva per raccogliere donazioni ed aiutare i circoli che come nella migliore storia dell’Arci rappresentano una forma di mutuo aiuto locale concretamente vicina alle persone.

Abbiamo messo a disposizione un conto corrente specifico intestato ad Arci-Solidarietà,

Iban IT 06 S 05018 03200 000011453503

su cui fare convergere donazioni con la causale “Emergenza Marche”.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar
X