Un’Arci Gender Inclusive: l’identità alias sulle nuove tessere

Pubblicato da Arci Bassa Val di Cecina il

ROMA, 30 SETTEMBRE 2020 – L’identità alias sulle nuove tessere Arci 2020-2021. E’ questa una delle principali novità della campagna di tesseramento dell’Arci ‘Sempre Attiva e Resistente’ che partirà il 1 ottobre.

I nuov* soc* potranno infatti scegliere un’identità alias, utilizzando un nome differente da quello anagrafico. Un’opzione apparentemente piccola che può fare però una grande differenza, considerando che nel nostro paese l’iter legale per il cambio di nome richiede alcuni anni.

Un’Arci Sempre Attiva e Resistente perché Gender Inclusive, per ripartire con ancora più decisione nel segno dell’inclusione, della partecipazione e della libertà di espressione. Per una piena affermazione dei diritti e il benessere di tutt*, contro i discorsi e i fenomeni d’odio.

Un tema cruciale, come ci raccontano drammaticamente le cronache delle ultime settimane, in un’Italia che è tra gli ultimi Paesi dell’Ue nella difesa dei diritti LGBTQIAP. E che negli ultimi mesi ha visto l’Arci sollecitare più volte il Parlamento ad approvare al più presto la proposta di legge contro l’omobitransfobia e la misoginia.

Un’Arci Sempre Attiva e Resistente perché crediamo in una società che promuove le identità di genere e il diritto di tutt* di potersi esprimere liberamente in un quadro di regole comuni e condivise. E per continuare ad essere, nella socialità e nella solidarietà, un antidoto all’emarginazione e all’impoverimento culturale e materiale. Con la forza dei nostri soc*!

Per un’Arci sempre più presente, inclusiva e solidale.

Per un’Arci Sempre Attiva e Resistente!


0 commenti

Lascia un commento

X